Dov'è Angelo Ruggiero? È morto o vivo?

Con le piattaforme di streaming online che ottengono tutta l'attenzione in questi giorni, non sorprende che Netflix stia uscendo con un grande spettacolo dopo l'altro, che sia nel genere del dramma, della realtà, del romanticismo o del vero crimine. Per soddisfare i fan di quest'ultima categoria è stato recentemente pubblicato ‘ Fear City: New York contro la mafia , 'Una serie di documentari limitata che ha esplorato ogni aspetto dell'ascesa e della caduta delle cinque principali famiglie di mafiosi che hanno governato New York, controllando le sue attività e la sua gente, negli anni '70 e '80. Un individuo che ha lasciato il segno nel documentario, e nella storia, a causa dei suoi modi chiacchieroni non era altri che Angelo Ruggiero.

Chi era Angelo Ruggiero?

Nato il 29 aprile 1940, Angelo Salvatore Ruggiero, Sr. è cresciuto nella sezione East New York di Brooklyn, con il futuro boss della famiglia criminale Gambino John Gotti e underboss Sammy Gravano come amici. Quando ha abbandonato le scuole superiori, è stato coinvolto nel mondo del crimine in tenera età. Negli anni '50 fu arrestato per scontri in strada, intossicazione pubblica, furto d'auto, bookmaking, possesso di un'arma da fuoco illegale e furto con scasso. Molti di questi arresti registrati come minorenni erano in compagnia di John Gotti.



Nel 1966 Ruggiero e Gotti furono arrestati per aver tentato di rubare una betoniera. Nel 1973, insieme a un altro della famiglia criminale, uccisero il mafioso James McBratney in un bar di Staten Island, per il quale furono poi condannati e mandati in prigione. Nel luglio 1977, entrambi gli uomini furono rilasciati sulla parola e subito dopo furono inseriti nella famiglia criminale Gambino come uomini fatti. Paul Castellano, il capo della famiglia aveva una sola regola, niente commercio di stupefacenti. Il coinvolgimento di qualsiasi membro nello spaccio di droga comporterebbe la morte istantanea.



Credito immagine: Netflix

Tuttavia, a John Gotti e Angelo Ruggiero questa regola non è piaciuta e hanno comunque ampliato un'attività segreta in quel campo. Come menzionato nella serie, però, Angelo aveva un grosso problema, aveva problemi a tenere la bocca chiusa. Mentre la maggior parte delle persone nella criminalità organizzata prende precauzioni e si assicura di non essere registrata o vista mentre discute i dettagli di un caso, come quello di una massiccia operazione di eroina, per esempio, Ruggiero non ha avuto simili esitazioni. I suoi discorsi senza fine e il suo passo da papero gli valsero persino il soprannome di 'Quack Quack'.

Dopo Paul Castellano è stato assassinato e John Gotti è diventato il capo, Ruggiero è diventato un capitano. Gotti non gestiva più le specifiche reali degli omicidi a contratto e assegnò il lavoro al suo nuovo capitano. Con il passare del tempo, però, l ''amicizia' di Ruggiero e Gotti divenne tesa e il primo dichiarò di essere visto per quello che era, un maschio di tipo enforcer troppo loquace a cui mancava l'astuzia per gestire racchette redditizie.



Angelo Ruggiero è vivo o morto?

Come molti mafiosi, ad Angelo Ruggiero piaceva lamentarsi del suo capo. Di solito, questo lo avrebbe fatto uccidere molto tempo fa, ma la sua associazione con John Gotti lo ha aiutato. Tuttavia, anche se ha lavorato molto con Gotti e ha corso diverse racchette, alla fine aveva perso il favore del capo. I bug di sorveglianza dell'FBI che erano nel suo appartamento, grazie alle sue capacità di pettegolezzo, hanno fatto cadere il domino e messo in ginocchio la mafia. Insieme a ciò, i nastri hanno anche aiutato agenti speciali ad aprire un nuovo caso di traffico di eroina contro il suo equipaggio.

Per il terzo processo di tale causa, nel 1989, Ruggiero servì solo come imputato nel caso. Gli era stato diagnosticato un cancro terminale ai polmoni. John Gotti era furioso con lui a quel punto e stava progettando di farlo assassinare per essersi lasciato registrare dall'FBI. Ma Sammy Gravano ha convinto Gotti a non farlo. Ha anche cercato di esortare Gotti a parlare con Ruggiero vicino alla sua morte, ma inutilmente. E così, nel 1989, lontano dagli amici d'infanzia, Angelo Ruggiero muore di cancro all'età di 49 anni.(Credito immagine in evidenza: Netfix)

Copyright © Tutti I Diritti Riservati | thetwilightmovie.com