Recensione: 13 motivi per cui stagione 3 episodio 11

'13 Reasons Why 'La terza stagione dell'episodio 11 mette fuori gioco alcuni misteri. In primo luogo, sappiamo cosa è successo la notte della partita del ritorno a casa e perché l'intera scuola era irritata per questo. Scopriremo anche cosa ha Tyler sulla sua misteriosa chiavetta USB.

Detto questo, l'intero episodio è dedicato ai muri che si chiudono sul caso di Bryce con Clay che sembra più colpevole al secondo. Intitolato 'Ci sono poche cose che non ti ho detto', l'episodio solleva alcune discrepanze negli alibi. In effetti, la maggior parte delle persone sembra avere un alibi traballante per la notte dell'omicidio di Bryce e ci si chiede se tutti siano in qualche modo coinvolti nella morte dell'atleta caduto in disgrazia.



13 motivi per cui la stagione 3 episodio 11 riepilogo:

L'episodio 11 di '13 motivi per cui' inizia con Clay, la sua famiglia e il suo avvocato che cercano di gestire la situazione ora che la polizia ha il suo cellulare. Esortano ripetutamente Clay a puntare il dito contro la signora Baker se i poliziotti trovano lì messaggi incriminanti. L'avvocato di Clay sottolinea anche che i movimenti di Clay la notte della morte di Bryce sono a dir poco loschi. Nel frattempo, sembrerebbe che Jessica o Alex stiano mentendo sui loro alibi poiché la prima afferma di essere a letto la notte della partita del ritorno a casa, mentre la seconda afferma di essere stata in giro con Jessica. Anche l'alibi di Monty sembra traballante, mentre Ani sembra nascondere un top macchiato di rosso. È sangue o vernice, come afferma? Solo il tempo lo dirà.



Mentre il caso inizia a chiudersi intorno a Clay, si rivolge a Tyler, dicendogli che potrebbe non essere in giro per aiutare quest'ultimo. Tyler, come un buon amico, si offre di dire alla polizia che Monty lo ha violentato per puntare il dito contro il malvagio atleta, ma Clay gli dice di farsi avanti solo se è a suo agio. Accettando il suggerimento di Clay, tuttavia, Tyler si apre con Jessica ei due condividono una scena emotiva quando Jessica loda il coraggio di Tyler e gli dice che ora è una persona diversa. Finalmente vediamo cosa c'era sulla chiavetta di Tyler, che è una sorta di manifesto o spiegazione del motivo per cui stava progettando di eseguire una sparatoria allo Spring Fling nella seconda stagione. Ancora una volta, Tyler dice a Jessica che Bryce aveva promesso di aiutarlo con il Situazione di Monty.

Finalmente ci porta al grande gioco del ritorno a casa e sappiamo di cosa si trattava. Gli animi erano alti in anticipo con Monty e Bryce che si danno da fare nello spogliatoio e sul campo quando Bryce chiede a Monty di stare lontano da Tyler. Quando Jessica ei suoi manifestanti prendono d'assalto il campo, si scatena l'inferno mentre un giocatore di Hillcrest molesta Jessica. Riceve alcuni colpi prima che Justin irrompa sul campo per attaccare il giocatore. Il risultato è una rissa tra le due squadre e diversi studenti vengono coinvolti. In particolare, la conclusione dovrebbe essere che Bryce chiede a Jessica di incontrarlo sul molo dopo la partita. Successivamente viene trovato morto vicino allo stesso molo. I sospetti sembrano essere su Jess, che rivela anche ad Ani un segreto. Nel frattempo, Clay cerca l'aiuto di Tony per scomparire. Non siamo sicuri se queste siano le azioni di un uomo spaventato ma innocente o di un colpevole, ma le cose non stanno andando bene per Clay.



13 motivi per cui la recensione dell'episodio 11 della stagione 3:

L'episodio 11 di '13 Reasons Why' è uno degli episodi più ricchi di eventi in quanto prepara la scena della notte che alla fine si conclude con la morte di Bryce. Mentre il mistero sembra diventare più oscuro, è importante ricordare che è sempre più buio prima dell'alba e gli ultimi due episodi chiariranno sicuramente tutto.

Copyright © Tutti I Diritti Riservati | thetwilightmovie.com