'Il ragazzo' è basato su una storia vera?

'The Boy' inizialmente si presenta come una fregatura di ogni altro film horror sulle bambole che tu abbia mai visto, e come spettatore, salti alla conclusione che sai tutto ciò che accadrà nel film. Tuttavia, molto tempo dopo, il film fa alcune rivelazioni scioccanti che ti cambiano completamente la percezione di ciò che pensavi che sarebbe stato. Non è certamente tra i i migliori film horror mai realizzati , ma è abbastanza buono per farti divertire. Detto questo, se stai iniziando a chiederti se si basa su una storia vera o meno, continua a leggere.

Di cosa parla 'The Boy'?

'The Boy' racconta la storia di una giovane donna di nome Greta a cui viene chiesto di essere la tata di un ragazzino. Alla ricerca di una pausa dalla sua vecchia vita, accetta l'offerta, ma con sua sorpresa, questo ragazzo si rivela essere una bambola apparentemente senziente. Con questo, la sua curiosità ha la meglio su di lei e si propone di scoprire di più sul passato della bambola. Ma lungo la strada, finisce per svelare alcuni oscuri segreti proibiti che la famiglia della bambola aveva tenuto sepolti per anni.



'Il ragazzo' è una storia vera?



Come avrai già capito, 'The Boy' non è basato su una storia vera e se ci pensi, la sua storia è un po 'troppo inverosimile per essere vera. Tuttavia, rispetto alla maggior parte degli altri film horror con bambole simili, 'The Boy' sembra ancora avere un po 'di realismo. A differenza degli altri, questo in realtà non ha elementi soprannaturali e funziona più sulla falsariga di un thriller psicologico. Già questo lo rende molto più credibile rispetto a un film che ritrae figurine possedute con desideri sadici.

Inoltre, come si suol dire, quasi ogni opera di finzione trae ispirazione dalla vita reale in un modo o nell'altro. Allo stesso modo, 'Il ragazzo', come tutti gli altri film horror sulle bambole, è ispirato alle bambole stregate della vita reale. Per cominciare, la paura delle bambole è nota come pediofobia, che tecnicamente rientra nella più ampia paura delle figure umanoidi conosciute come automatonofobia.



Nel profondo, probabilmente la maggior parte di noi ha questa paura radicata in noi poiché siamo tutti facilmente spaventati dalle vecchie bambole raffigurate nei film. E quando qualcosa inanimato come una bambola inizia a parlare, aumenta ulteriormente tutta l'ambiguità che lo circonda, rendendolo ancora più spaventoso. Quindi, sebbene non sia basato su una storia vera, traccia un quadro chiaro di ciò che temiamo.

La maggior parte lo saprebbe Annabelle è una bambola reale e attualmente risiede in una scatola di vetro presso il Warren’s Occult Museum di Monroe, nel Connecticut. Tuttavia, sarai sorpreso di sapere che ci sono molte di queste bambole là fuori che sono state associate a una sorta di attività paranormali o addirittura a morti in passato.

Sebbene Brahms sia sicuramente ispirato da una di queste bambole, il film sembra sfidare tutti gli stereotipi che le circondano. La rivelazione finale dei film mostra che la spiegazione dei fantasmi di Brahms non è il risultato di un possesso paranormale, ma qualcosa di più complesso di quello.



Se guardiamo indietro alla storia delle bambole, riflettono anche sui nostri valori culturali e su come la maggior parte dei genitori desidera che siano i propri figli. La funzione iniziale di queste bambole era quella di indurre i bambini piccoli (specialmente le ragazze) alla domesticità materna. In modo simile, i genitori di Brahms cercano di instillare alcuni valori nel loro figlio interagendo indirettamente con la bambola. Fanno anche seguire alla bambola una routine molto fissa per assicurarsi che anche il loro figlio si conformi alla stessa. Oltre a tutto questo, il film riflette anche su come il senso di colpa possa fare molto. I genitori di Brahms fanno del loro meglio per coprire i peccati del figlio, ma alla fine la loro colpa prende il sopravvento e sono costretti a prendere una decisione dura.

Copyright © Tutti I Diritti Riservati | thetwilightmovie.com