Istinto di base che termina, spiegato

Quando è uscito originariamente nel 1992, 'Basic Instinct' ha introdotto un mix unico di neo-noir ed erotismo nel cinema mainstream di Hollywood. Ha preso appunti dalle opere di Alfred Hitchcock e Orson Welles e ha aggiunto strati di complessità esplorando apertamente la sessualità umana, il sadomasochismo, la ninfomania, il voyeurismo e l'esibizionismo. Il film è diventato una delle voci più importanti negli annali della storia del cinema. Come ogni altra opera d'arte significativa, l'influenza del film sulla cultura, la creatività e la società nel suo insieme è ancora in discussione, con nuovi gruppi di amanti del cinema che scoprono il film ogni anno. SPOILER AVANTI!

Sinossi della trama dell'istinto di base

Diretto da Paul Verhoeven e basato su una sceneggiatura di Joe Eszterhas, 'Basic Instinct' si apre con l'omicidio della rock star in pensione Johnny Bozby da parte di una misteriosa donna bionda con un rompighiaccio al momento di un orgasmo reciproco. Detective turbato Nick Curran ( Michael Douglas ) e il suo partner Gus Moran (George Dzundza) sono coinvolti nelle successive indagini. Uno dei loro principali sospettati è la partner sessuale di Johnny Catherine Tramell ( Sharon Stone ), che scrive romanzi gialli con lo pseudonimo di Catherine Woolf.



I detective scoprono che ha già scritto un libro in cui un'ex rock star muore esattamente come Johnny, ma sanno che non possono arrestarla solo per questo. Come Nick dice a Catherine, 'Scrivere un libro a riguardo ti fornisce un alibi per non averlo ucciso'. Nick ha condotto una vita turbolenta. Era un detective della droga sotto copertura e ha ucciso un paio di turisti mentre aveva un delirio indotto dalla cocaina. Sua moglie si è suicidata. Nella prima parte del film ha smesso di fumare, bere e cocaina.



Nick sta anche mantenendo le distanze dal suo partner sessuale di nuovo, di nuovo, la dottoressa Beth Garner (Jeanne Tripplehorn), che è anche la psichiatra del dipartimento di polizia. Presto, Nick scopre che Katherine sta basando il suo prossimo protagonista su di lui. Iniziano una relazione torrida, mentre lui continua a sospettarla per l'omicidio di Johnny. Tuttavia, nel corso del film, dubita della sua colpa e inizia a sviluppare sentimenti genuini per Catherine. La sua rapida discesa è notata da Gus e Beth, che lo mettono in guardia contro la manipolazione di Catherine.

Il finale

Il film sovverte abilmente i tradizionali schemi dell'omicidio nei classici film polizieschi ponendo la vittima e l'assassino faccia a faccia. Nelle scene di apertura, mentre l'atto di omicidio è ancora una sorpresa per la vittima, è molto consapevole della presenza dell'autore, a differenza di Marion Crane in 'Psycho' di Alfred Hitchcock. il primo omicidio è rappresentato nel film. La brutalità e la disumanità dell'atto rendono la scena altamente efficace. Il regista non replica la sua violenza intrinseca fino alla fine, quando il killer del rompighiaccio uccide Gus.



La Femme Fatale

Catherine Tramell è la quintessenza della femme fatale, l'ultima vedova nera. Sebbene il film mantenga un barlume di ambiguità alla fine e non la dichiari esclusivamente come l'assassina, è l'unica conclusione logica, soprattutto a causa della scena con il rompighiaccio sotto il suo letto come inquadratura finale. La vita di Katherine è stata plasmata da un costante bisogno di emozioni e dalla sua naturale capacità di manipolare le persone. È fortemente suggerito che abbia causato la morte dei suoi genitori non solo a causa dell'eredità, ma anche perché voleva semplicemente vedere se poteva eludere con successo i sospetti e l'arresto in seguito.

Negli anni precedenti l'inizio del film, ha anche ucciso lei e il vecchio professore di Beth Noah Goldstein e persino il marito di Beth, Joseph. Catherine usa il sesso come un'arma potente e pericolosa, e non è sempre così palesemente ovvio come lo è durante l'omicidio di Johnny. Un rompighiaccio è solo uno strumento per concludere fisicamente l'atto. C'è un senso di onniscienza in lei che è diventato abbastanza prevalente in personaggi simili. John Doe (Kevin Spacey) di 'Seven' e Hannibal Lecter ne sono ottimi esempi.

Le loro azioni sono spesso governate da una comprensione più profonda delle loro circostanze rispetto a qualsiasi altro personaggio, compresi i rispettivi protagonisti. Per mantenere quell'aura di mistero, sono raramente raffigurati come personaggi dal punto di vista. In 'Basic Instinct', Verhoeven, de Bont e il montatore Frank J. Urioste non consentono una singola ripresa in cui altri personaggi non guardano Catherine. La rendono intenzionalmente inaccessibile al pubblico, il che, a sua volta, li aiuta a mantenere lo stesso livello di suspense per tutto il film. Come Lector, ha un'incredibile capacità di controllare qualsiasi situazione.



Dalla famosa scena dell'incrocio delle gambe durante il suo interrogatorio alla polizia a ogni volta che è con Nick, è lei a decidere in che direzione andranno le interazioni. Anche il sesso per lei è un'estensione di questo. L'unica volta che sembra essere veramente colpita è quando Roxy (Leilani Sarelle) viene uccisa. Se parte di ciò deriva dal suo genuino dolore per la perdita di un partner e un amico romantico, è anche possibile che sia guidato dalla sua frustrazione per il fatto di non avere alcun controllo su di esso. L'attentato di Roxy alla vita di Nick è stato il culmine della sua gelosia per il rapporto tra lui e Catherine. Non ha un posto nell'obiettivo finale di Catherine.

Un'ossessione fatale

Nell'atto finale del film, viene scoperta una lunga storia tra Beth e Catherine. Sebbene ogni persona accusi l'altro di essere lo stalker e il maestro manipolatore, possiamo tranquillamente affermare che Beth è quella che sta dicendo la verità. Ma questo porta a una serie di altre possibilità. Sapendo che Catherine corrompe il tenente di IA Marty Nielsen per avere informazioni su Nick, è forse a conoscenza della relazione alquanto instabile che esiste tra Nick e Beth.

Ancora ossessionata dal rifiuto di Beth, prepara un piano elaborato per distruggerla. Inizia sviluppando una relazione sessuale con Johnny, che conosceva Beth, come viene poi mostrato nel film. Catherine lo uccide, sapendo che Nick potrebbe essere coinvolto nel caso. Catherine non uccide indiscriminatamente. Ciascuno degli omicidi che commette prima e durante il film ha uno scopo generale. Uccide Nielson non solo perché Nick potrebbe essere implicato per questo, ma perché potrebbe sospettare che Beth abbia commesso l'atto.

Assassina Gus nello stesso modo in cui lo descrive nel manoscritto, ma Nick non smette di chiedersi come Beth possa averlo saputo. Dopo l'omicidio di Gus, spara a Beth uccidendola dopo aver creduto erroneamente che lei stesse tirando fuori una pistola dalla tasca. Più tardi, nella sua casa sono state trovate prove che la collegano perfettamente a tutti i recenti omicidi. Nick e Catherine tornano insieme e lei sembra aver rimandato l'omicidio. Ma considerando che ha già servito al suo scopo, le sue possibilità di una lunga vita, fintanto che Catherine ne fa parte, sono scarse.

Copyright © Tutti I Diritti Riservati | thetwilightmovie.com