Fine della stagione 3 di Attack on Titan, spiegazione

Il merito di aver reso popolari gli anime dovrebbe andare ad alcuni programmi consolidati come ‘ Death Note ',' One Punch Man 'E, naturalmente, il buon vecchio 'tre grandi' -' Un pezzo ',' Naruto ' e ' Candeggiare '. Ma il 2013 si è rivelato un importante punto di svolta per gli anime dopo l'uscita di 'Attack on Titan'. Per la prima volta, una serie di anime giapponesi è stata confrontata con altri importanti programmi acclamati a livello internazionale come ' Game of Thrones '. L'hype era reale, ma tutto è crollato presto dopo che non si è sentito nulla sull'anime fino al 2017. Dopo il 2017, i creatori dell'anime hanno costantemente sfornato stagione dopo stagione, ma è stato un po 'deludente vedere che l'hype in giro era notevolmente svanito.

Personalmente ero abbastanza tiepida nei confronti di tutti i elementi tipici dello shounen che inizialmente offriva, ma anche per me, le ultime stagioni hanno dimostrato che è facilmente uno dei migliori spettacoli di anime moderni. Se sei una di quelle poche persone che non ha ceduto alla tentazione di leggere il manga, il valore della tua pazienza probabilmente ti sta colpendo ora e puoi finalmente andare in giro a dire alla gente che 'ne è valsa la pena'. Quello che era iniziato come uno dei migliori ganci anime che ha ricevuto un sacco di recensioni si è ora trasformato in uno dei gli spettacoli anime più cupi di tutti i tempi che è stato sorprendentemente ben pianificato fin dall'inizio.



Origine dei Titani



L'episodio 57 della terza stagione, parte 2, risponde finalmente alla domanda più attesa: da dove vengono tutti i Titani? Intitolato 'Quel giorno', questo episodio ti riporta al secondo episodio della prima stagione, 'Quel giorno: la caduta di Shiganshina'. Ti presenta la storia del padre di Erin, Grisha Yeager, e infine rivela anche come sono stati creati i Titani. Fin dall'inizio dell'anime, c'erano piccoli indizi qua e là che suggerivano che i Titani non fossero altro che veri umani trasformati nella loro mostruosa esistenza. Tutto è iniziato con una gara conosciuta come 'I sudditi di Ymir'.

Secondo gli eventi storici ufficiali di Marley, i titani furono creati inizialmente per distruggere e conquistare il mondo che li circonda. Questi sudditi di Ymir usarono quindi il loro potere per creare la loro nazione conosciuta come Eldia e si espansero ulteriormente creando un enorme Impero Eldiano. Ma questa rivolta terminò quando il re Karl Fritz decise di ritirarsi da tutti i conflitti. Quello che seguì fu La Grande Guerra dei Titani, una guerra civile in cui tutti i Titani speciali combattevano l'uno contro l'altro. Ciò portò alla loro stessa caduta e quasi tutta la terra dei Marley, che era stata precedentemente bonificata da Eldia, fu riportata al suo stato indipendente.



Il re decise quindi di utilizzare le abilità del Titano fondatore per cancellare tutti i ricordi di 'I sudditi di Ymir' e costruì tre gigantesche mura di Colossus Titans in tutto il loro territorio Eldiano. Una falsa idea di 'l'unica umanità è all'interno delle mura' è stata quindi piantata nelle loro teste e il re ha minacciato Marley che se avesse mai tentato di attaccare le mura, sarebbe stato costretto a scatenare l'esercito di Titani Colossali che ha tenuto nascosto dentro le mura. Questo è il motivo per cui Grisha Yeager cerca di infiltrarsi nella guerra solo per ottenere il controllo sul Titano Fondatore.

Questo episodio si rivela un punto di svolta dell'intero anime in quanto rivela che tutti i personaggi principali, in particolare Eren, hanno vissuto una bugia. Ciò che è ancora più terrificante è il fatto che l'incidente che ha portato alla morte della madre di Eren è in realtà collegato alle brutalità sia di suo padre che di Zeke.

Eren Jeager: non il tipico eroe degli Shounen

'Muori da eroe, o vivi abbastanza a lungo da vederti diventare un cattivo.'



In parole semplici, ' Attacco a Titano 'È solo un mucchio di mostri giganti cercando di conquistare una civiltà umana per divertimento. Anche se questo è esattamente ciò di cui parla l'anime nelle prime due stagioni, la parola 'mostro' assume un significato completamente nuovo nella sua stagione 3. A parte i Titani, ci sono spietati serial killer , funzionari governativi corrotti, pacifisti genocidi e soprattutto il protagonista principale Eren, che per definizione sono tutti i mostri dell'anime. Guardando indietro alla prima stagione, Eren non era altro che un personaggio oppresso che era appesantito dalle sue stesse idee di sfuggire ai muri che lo circondano. È questo isolamento che in seguito lo spinge a diventare l'eroe in cerca di libertà che alla fine si è rivelato.

In uno dei miei file recensioni delle stagioni precedenti , Ho criticato il modo in cui l'anime ha alcuni cattivi unidimensionali molto blandi che non fanno altro che causare caos nel mondo umano. Ma la stagione 3 porta loro nuova vita dimostrando che questi blandi Titani non sono stati posti da nessuno tranne che dal governo, da Titan Shifters e praticamente da tutti dell'intero mondo crudele. Mentre era abbastanza ovvio nelle prime due stagioni che i Titani fossero i principali antagonisti dello spettacolo, la stagione 3 rende chiaro che non esiste davvero una linea che separa il bene dal male. Dopotutto, i Titani non sono altro che una proiezione di coloro che ora si sentono oppressi.

All'inizio, Eren non è altro che una vittima delle atrocità del mondo ristretto in cui è confinato e sebbene mostri segni di essere leggermente aggressivo per la sua età, tutto sembra essere piuttosto indisciplinato a causa di quanto sia ingenuo. verso le realtà della situazione. Ma tutto lo colpisce duramente quando la sua casa viene distrutta e sua madre viene mangiata davanti ai suoi occhi. È allora che si rende conto che nel mondo in cui vive, deve mangiare o essere mangiato. Tutto ciò porta a una grande trasformazione nel comportamento del personaggio mentre passa dall'essere una vittima a qualcuno che è determinato ad affrontare i mostri. Ma quasi letteralmente e metaforicamente, il giorno in cui si trova faccia a faccia con i suoi nemici giurati, lui stesso si trasforma in un mostro.

Inizialmente, dopo essersi trasformato in un Titano, non mostra assolutamente alcun controllo sulle sue capacità e agisce esclusivamente in base ai suoi istinti. A poco a poco, quando inizia ad accettare il suo lato mostruoso, è in grado di comandare i suoi poteri appena acquisiti. Ma più impara a usare la sua capacità per soddisfare la sua fame di libertà, più è spinto a diventare lui stesso un mostro. A differenza della maggior parte dei tipici protagonisti shounen, che ritraggono atti di eroismo assoluto per proteggere coloro che amano, Eren diventa sempre più insensibile nei confronti di coloro che una volta gli erano molto cari. Più di una volta, Eren predica di abbandonare una parte della propria umanità, per superare i veri mostri. È davvero all'altezza di ciò che predica senza nemmeno rendersi conto che lo sta solo trasformando in un mostro.

Le sue azioni che una volta erano guidate da nient'altro che un senso di non arrendersi mai al male sono ora semplicemente ispirate dalla sua filosofia di fare tutto il necessario per raggiungere la libertà; anche se significa che deve uccidere quelli della sua stessa specie. Sfidare la condotta militare non è chiaramente un atto di eroismo. Innegabilmente, tutte le sue azioni si stanno lentamente trasformando in quelle di a spietato antagonista . Sebbene queste idee possano essere piuttosto controverse e alcuni potrebbero persino sostenere che le azioni di Eren sono giustificate poiché tempi disperati richiedono misure disperate, non si può negare che la guerra nella testa di Eren in questo momento sia molto più significativa della guerra in corso. al di fuori.

Armin è un personaggio che ha sempre contrastato la personalità di Eren e molti fan hanno affermato che la sua codardia è decisamente fastidiosa. Anche questo è discutibile, ma ciò che è chiaro è che essere innocuo, come Armin, potrebbe non renderti davvero una persona moralmente buona poiché potresti comunque diventare una preda. E anche essere in grado di causare danni potrebbe non renderti una persona cattiva, poiché tutto dipende da ciò che scegli di fare con le tue tendenze violente. Alla fine della giornata, nessuno dei due personaggi finisce per salvare il mondo e sono guidati solo dalle proprie idee di un futuro migliore. Non c'è il male ma, allo stesso tempo, non c'è nemmeno speranza per il bene.

Questo è esattamente il motivo per cui Eren, che una volta era un tipico archetipo guidato dal suo senso di giustizia e da un atteggiamento di 'non arrendersi mai', ora è un personaggio oscuro e contorto che crede nel mettere da parte le proprie emozioni e semplicemente andare avanti. Come accennato in precedenza, il successo iniziale di Attack on Titan nell'anno 2013 non significa nulla ora poiché il vero significato del suo stile narrativo ortodosso iniziale si è finalmente svelato nella recente stagione. Sfortunatamente, l'anime non rende giustizia alla sua statura.

The Ending: The Darkness That Lies Ahead

Nell'ultima scena dello spettacolo, i Survey Corps cavalcano fino alla fine delle mura ed è allora che vedono l'oceano per la prima volta. Lungo la strada, incontrano persino un altro Titano malformato. Mentre tutti gli altri sembrano terrorizzati, Eren si avvicina e inizia a leggere la sua storia mettendogli la mano addosso. Una volta raggiunta la riva dell'oceano, sembra che tutti si stiano divertendo ma Eren sembra distante e appesantito dalle sue recenti scoperte. Per tutta la serie, l'unica cosa che aveva sperato era la vita di un uomo libero oltre le grandi mura. Ma la consapevolezza che un tutto nuova sanguinosa guerra lo aspetta, lo lascia solo devastato.

È qui che la maturità del suo personaggio inizia a riflettere e mostra come abbia completamente rinunciato all'idea di guardarsi indietro. Sa che ciò che lo aspetta può anche potenzialmente distruggere tutto ciò che ha mai avuto, ma tutto ciò che vuole ora è un po 'di libertà. Che ancora una volta, sembra un sogno lontano. Questa scena incarna perfettamente come la sua mente non sia in pace e che possa già prevedere i 'peccati' che commetterà una volta attraversato l'oceano. Ma decide comunque di andare avanti. Le sue parole iconiche 'Tatakai Tatakai TATAKAI!' (lotta lotta lotta) sono ormai diventate la sua deprimente realtà.

Post Credits Scene

La scena post-credito dell'anime è apparsa come un file inquietantemente scuro glitch che ti ricorda quei nastri terrificanti di 'The Ring'. Queste scene fungono chiaramente da teaser per la prossima stagione e danno piccoli suggerimenti su ciò che potrebbe accadere dopo. La prima scena mostra un cadavere bruciato che potrebbe appartenere a uno dei personaggi principali del Survey Corps. Questa è seguita da un'altra scena importante in cui sembra che qualcosa su Mikasa ed Eren faccia davvero incazzare Levi ed è allora che si scaglia contro Eren. Se guardi da vicino, noterai anche che Levi tiene il siero Titan in una delle sue mani.

Da quello che sappiamo dagli eventi precedenti dello spettacolo, lo stesso Eren gli aveva dato il siero e gli aveva chiesto di usarlo quando necessario. Questo può o meno avere qualcosa a che fare con il loro conflitto, ma sembra che stia giocando un ruolo importante. Se hai letto il manga, probabilmente sai cosa implicano questi piccoli scatti, ma per altri come me, dovremo aspettare una stagione completamente nuova per scoprire se i nostri protagonisti stanno combattendo per il siero o qualcosa di ancora più grande. E, naturalmente, dovremo prepararci per il morte straziante di uno dei nostri amati personaggi perché da quello che sembra i due corpi bruciati sembrano appartenere a uno dei protagonisti. Gli ultimi episodi sono praticamente il culmine di tutto ciò che abbiamo visto dall'inizio dello spettacolo e con solo un'altra stagione alla fine ' Attacco a Titano 'Ci sta finalmente preparando per il suo finale di partita.

Leggi di più in Spiegatori: Stranger Things Stagione 3 | Mindhunter Stagione 2

Copyright © Tutti I Diritti Riservati | thetwilightmovie.com