33 migliori film di Bollywood degli anni 2000 (2000-2009)

Non è un segreto che Bollywood sia piuttosto incoerente in termini di qualità dei film. Alcuni anni, come 2007 , sono grandi; mentre altri, come il 2005, sono mediocri. Gli anni 2000 come decennio erano molto meglio degli anni '80 e persino degli anni '90. Bollywood è finalmente riuscita a rompere le catene dei film d'azione senza cervello che hanno governato gli anni '90. E verso la fine del decennio, anche una nuova ondata di cinema indipendente si era impadronita dell'industria cinematografica hindi. Come vedrai nell'elenco sottostante, i migliori film hindi degli anni 2000 sono un buon mix di film indipendenti e di grande budget.

33. Matrubhoomi (2003)



Un film di cui anche la maggior parte degli indiani potrebbe non aver sentito parlare; il che è un vero peccato perché questo film diretto da Manish Jha è uno dei film più scioccanti e inquietanti che abbiamo mai visto. Ambientato in un periodo di tempo imprecisato in cui un incessante infanticidio femminile ha lasciato una società indiana rurale senza donne, 'Matrubhoomi: A Nation Without Women' segue un padre patriarcale e misogino nel suo tentativo di trovare una sposa per soddisfare la lussuria dei suoi quattro figli. È un mondo spaventoso quello che Jha crea, intriso di un senso di realismo e urgenza mai visto prima nel cinema indiano. Un'opera d'arte brillante e provocatoria.



32. Kaminey (2009)

Questa è stata una partenza insolita per Vishal Bhardwaj rispetto ai suoi film precedenti. È rimasto affascinato per molto tempo dal genere Caper e ha deciso di rendere omaggio a film come Snatch and Lock, Stock e Two Smoking Barrels. All'inizio, 'Kaminey' è una semplice storia di due fratelli che si separano solo per incrociarsi in una fase successiva. Ciò che rende 'Kaminey' inimitabile sono i suoi meccanismi interni, le sue conversazioni, il labirinto che tesse mentre procede e il suo eccezionale cast di supporto. Shahid ha interpretato due gemelli - uno con balbuzie e uno con balbuzie - con assoluta convinzione e ha recitato non uno ma due delle migliori interpretazioni della sua carriera - Guddu e Charlie - in un unico film. 'Kaminey' è anche ricordato con affetto dai suoi lealisti per i suoi personaggi leggendari di Bhope Bhau e Mikhail.



31. Insegnante (2007)

La dura lotta e l'ascesa fenomenale di Dhirubhai hanno avuto un lungometraggio che meritava. E a differenza di altre biografie, 'Guru' non esita a esplorare le sfumature più oscure della personalità di Dhirubhai e le sue transazioni con il mondo degli affari e dell'amministrazione. Mani Ratnam non ha mai deciso di farne un elogio e si è attaccato alle sue pistole. Ha ottenuto ottime performance da Abhishek Bachchan e Aishwarya Rai, ma il colpo da maestro di Mani è arrivato sotto forma di Manikdas Gupta e Shyam Saxena interpretati da Mithun Chakravarthy e Madhavan.

30. Wake Up Sid (2009)



Il fatto che 'Wake up Sid' sia stato prodotto a Bollywood è di per sé rivoluzionario. Andando contro le norme convenzionali di come dovrebbe essere una storia d'amore di Bollywood, Ayan Mukherjee ha corso un grosso rischio. Ma questo rischio ripaga alla grande perché i drammi sulla formazione non si presentano in una forma o forma migliore di questa. C'è così tanto da amare in questo film semplice ma bello che è difficile credere che Mukherjee ora voglia solo realizzare potboiler commerciali con un budget elevato. 'Wake up Sid' è il suo miglior film fino ad oggi e non sarò sorpreso se rimarrà tale anche alla fine della sua carriera.

29. Gulaal (2009)

L'anima di 'Gulaal' è il sottotesto e i testi di Piyush Mishra. È risaputo che Anurag Kashyap ha incorporato liberamente il lavoro di Mishra dai suoi numerosi atti e scritti teatrali e ha dato vita a uno dei drammi politici più intelligenti del cinema hindi. La volatile politica studentesca si unisce alla visione dominante e angosciata dei reali degli stati principeschi e dà vita a una bomba a orologeria. È solo questione di tempo prima che esploda. La domanda è: chi sarà vivo per raccogliere i frutti. Richiede più visualizzazioni per comprendere il messaggio completo.

28. Haasil (2003)

È abbastanza certo che non ci sarebbe potuto essere un altro uomo che avrebbe potuto fare un resoconto così accurato della politica studentesca prevalente nell'Uttar Pradesh. Tigmanshu Dhulia - un alunno dell'università di Allahabad - aveva osservato da vicino la sua politica e l'aveva tradotta sulla celluloide con invidiabile perfezione. I personaggi di Dhulia erano persone normali di una piccola città dell'India che avevano le loro diverse ambizioni, lotte, paure e motivazioni. Irrfan si è distinto con la sua interpretazione di Ranvijay, un uomo che possedeva il potere convincente di un uomo-dio ma nutriva motivazioni machiavelliche. Uno spettacolo da tour de force.

27. Khakee (2004)

'Khakee' è uno dei drammi polizieschi più intelligenti, se non il più intelligente, mai realizzati nel cinema hindi. Un film così compatto che ti lascerà senza fiato. Una storia quasi perfetta di una squadra di agenti di polizia che hanno messo la loro vita in gioco per portare a termine una missione pericolosa solo per scoprire che lo stesso sistema che ha assegnato loro il lavoro è contro di loro che lo completano. 'Khakee' meritava numerosi allori, ma rimane un mistero su come un thriller di suspense così straordinario si sia perso nell'oblio e non sia mai diventato un elemento costitutivo delle conversazioni cinematografiche.

26. La leggenda di Bhagat Singh (2002)

Il film è stato ispirato dall'acclamata opera teatrale di Piyush Mishra e ha collaborato con Rajkumar Santoshi in qualità di scrittore di dialoghi. Insieme, hanno esplorato il caos dell'era pre-indipendenza con la massima sincerità e hanno esposto i fattori scatenanti, le disillusioni e le motivazioni che hanno reso un influente combattente per la libertà un adolescente impressionabile. Ogni componente di questo film d'epoca ha giocato un ruolo significativo nel suo essere l'epopea che è ora. L'unico film autentico tra i numerosi biopic su Bhagat Singh, vanta una premiata interpretazione di Devgn che ha dissipato tutte le nozioni pre-concepite sul fatto che fosse un disadattato per interpretare il ruolo del titolare.

25. Iqbal (2005)

Nonostante fosse una nazione pazza per il cricket, non c'era un film in Hindi Cinema che rendesse giustizia al gioco su celluloide. E poi è arrivato 'Iqbal'. Nagesh Kukunoor ha preferito le esibizioni allo sfarzo e ha realizzato uno dei film più autentici basati sul cricket e sulla vita di un giocatore di cricket. Iqbal è autentico nella sua rappresentazione del cricket quanto lo è nella sua esplorazione delle dinamiche interiori di una famiglia che lotta per sbarcare il lunario. Shreyas Talpade e Shweta Basu Prasad erano fenomenali, così come Naseeruddin Shah.

The 24th Slot (2004)

In uno dei film più cerebrali dei nostri tempi, Mani Ratnam integra perfettamente elementi di rilevanza sociale in una storia di tre giovani individui provenienti da percorsi di vita distinti e ha prodotto un thriller denso e teso. 'Yuva' - in retrospettiva - può essere considerata una dimostrazione della dichiarazione di R Madhavan in RDB - 'Apne desh se itni hi problem hai toh tum badlo desh ko'. Questa è stata una collaborazione tra Anurag Kashyap (dialoghi) e Mani Ratnam e hanno dato un forte impatto, che ha soddisfatto sia i critici che gli spettatori. 'Yuva' era il rivestimento d'argento di cui Abhishek Bachchan aveva disperatamente bisogno e ha scalato i ranghi con la sua performance agghiacciante nei panni del minaccioso e violento Lallan Singh - il suo migliore appuntamento fino ad oggi.

23. Lago Raho Munnabhai (2006)

Rajkumar Hirani è il re indiscusso del cinema commerciale in India, su questo possiamo essere tutti d'accordo. In aggiunta a ciò, è anche accreditato di aver creato uno dei personaggi più memorabili nella storia di Bollywood. In 'Lage Raho Munna Bhai', Hirani canalizza la magia della scuola di produzione cinematografica Hrishikesh Mukherjee (il leggendario regista indiano degli anni '60 e '70) e utilizza il personaggio iconico di Munna Bhai per riportare gli ideali della filosofia gandhiana in uno dei modi più intuitivi e fantasiosi possibili. Esilarante ed emozionante in egual misura, 'Lage Raho Munna Bhai' è l'esempio perfetto della quintessenza dell'intrattenitore indiano.

22. Lakshya (2004)

'Lakshya' sfida il patriottismo martellante spacciato da Border e LOC Kargil nelle vesti del dramma di guerra. Per 'Lakshya', Farhan Akhtar ha lasciato che suo padre, Javed Akhtar (storia, sceneggiatura, dialoghi) tessesse la magia con le parole e lo ha fatto con assoluta onestà e sensibilità. Karan Shergill, il protagonista aveva sfumature di Aakash (DCH) che a loro volta avevano sfumature della vita reale di Farhan - giovani energici che sono confusi sulle loro vite e sul suo scopo quando tutti gli altri intorno a loro ne avevano trovato uno, o almeno avevano progettato di averlo fatto . 'Lakshya' è andato oltre il convenzionale scambio di proiettili in un film di guerra e ha tentato di mappare la psiche dei soldati coinvolti nel fuoco incrociato e delle loro controparti. Un pezzo di cinema memorabile.

21. Azienda (2002)

Questo è stato il secondo film della trilogia di gangster di Ramgopal Varma. Si dice che sia basato sulla partnership e sulle ricadute di Dawood Ibrahim-Chhota Rajan, 'Company' è lucido, crudo, realisticamente violento, freddamente freddo e un degno seguito di 'Satya'. Vivek Oberoi - al suo debutto come Chandu - ha tenuto testa al silenzioso e terrificante Mallik di Ajay Devgn ed entrambi si sono complimentati a vicenda per fornire una prestazione ricca di energia. Senza dubbio, uno dei migliori film di gangster di questo secolo finora.

20. Oye Lucky Lucky Oye (2008)

Non ci sono film in questa lista con un'apertura migliore (soprattutto, i primi 15 minuti). La naturale attenzione ai dettagli nei primi quindici minuti è a dir poco sorprendente. La scena doveFortunatoIl padre lo insegue e gli urla contro mentre suo fratello minore lancia pugni in aria ti dice tutto quello che devi sapere su Dibaker Banherjee: è un acuto osservatore del comportamento umano. Dibaker Bangerjee non è un tecnico esperto come Anurag Kashyap; è piuttosto un maestro narratore più nelle vene di Hrishikesh Mukherjee. Se 'Khosla ka Ghosla' ha dimostrato di poter raccontare le sue storie in modo divertente e affettuoso, 'Sente Fortunato.. 'ha dimostrato che non ha paura di correre rischi con la sua narrazione (un tratto che ha ampliato ulteriormente con' Love, Sex aur Dhoka ').

19. Gangaajal (2003)

Prakash Jha ha ridefinito il dramma poliziesco commerciale con questo film incisivo e senza compromessi sullo stato pietoso della legge e dell'ordine in Bihar. Ha ritratto le sfide affrontate dalla polizia, la sua brutalità, la corruzione dilagante e le sue ripercussioni con una lente altruistica. Il famigerato incidente accecante di Bhagalpur è entrato nel film che ci ha fatto venire un brivido lungo la schiena. 'Gangaajal' è anche ricordato per le sue battute memorabili e per l'uso liberale delle parolacce. I drammi politici non hanno una forma o una forma migliore di questa.

18. Un mercoledì (2008)

Un debutto come nessun altro. Neeraj Pandey, subito con il suo primo film, ha trovato un posto sicuro tra i giovani promettenti registi di Hindi Cinema. Ha realizzato un film così stretto che ha persino fatto sembrare una perdita di tempo una pausa per il gabinetto. 'Un mercoledì' è semplicemente un racconto di storie al suo meglio. Una telefonata anonima mette la città in stato di massima allerta e chiede il rilascio dei terroristi ricercati. Quello che fa il chiamante al momento del rilascio ha lasciato a bocca aperta tutti. Arresto delle esibizioni di Naseeruddin Shah e Anupam Kher e tre applausi per aver mostrato un'immensa fiducia in un nuovo arrivato.

17. Hazaaron Khwaishein Aisi (2005)

Un racconto commovente ambientato sullo sfondo di un punto di vista politico tumultuoso, 'Hazaaron Khwaishein Aisi' cattura la tua attenzione dal primo fotogramma e non ti lascia mai andare. Un commento sull'atmosfera politica indiana che ha portato all'emergenza nel 1975, questo dramma romantico si concentra su tre studenti dell'Università di Delhi, i loro sogni e le loro aspirazioni in mezzo al tumulto che li circonda. Con 'Hazaaron Khwaishein Aisi', Mishra ha realizzato un capolavoro: una storia audace e cruda su quei tempi bui, senza mai perdere di vista i suoi personaggi. In effetti, è una storia di desiderio, desiderio, amore e lussuria. Ed è questo tocco umano che la rende una delle migliori esperienze cinematografiche del secolo.

16. Monsoon Wedding (2001)

Uno dei pochi film acclamati a livello internazionale dall'opera del cinema indiano, 'Monsoon Weddings' è un brillante ritratto degli intrecci socio-politici e romantici associati a un grande e grasso matrimonio indiano. Il film tocca i temi del conservatorismo indiano, del patriarcato e della struttura familiare disfunzionale. Presentato in anteprima alla sezione Marché du Film del Festival di Cannes e vincitore dell'ambito Leone d'Oro al Festival di Venezia, 'Monsoon Wedding' è uno dei capolavori del cinema indiano. Roger Ebert ha detto che 'Monsoon Wedding' di Mira Nair è uno di quei film gioiosi che supera i confini nazionali e celebra la natura umana universale '.

15. Hera Pheri (2000)

Indiscutibilmente, il film con il maggior numero di momenti di risate in questa lista. Inoltre, forse il film più guardabile di questa lista. Se ciò non bastasse, presenta una delle migliori interpretazioni secondarie - di Paresh Rawal - di sempre nei film di Bollywood. Non credo che film come 'Hera Pheri' verranno mai più girati. Nell'era dell'umorismo da toilette, sarà difficile per chiunque affidarsi semplicemente alla commedia situazionale e ai dialoghi spiritosi per realizzare un film così come Priyadarshan ha fatto con 'Hera Pheri'. È certamente un capolavoro a modo suo.

14. Rang De Basanti (2006)

Probabilmente il film indiano più influente del secolo, 'Rang De Basanti' ha fatto esattamente quello che diceva il suo slogan: Awaken a generation. Utilizzando una tecnica di narrazione unica, Rakesh Omprakash Mehra fonde la storia dei combattenti dell'Indipendenza indiana con i giovani adulti disillusi dell'India moderna, catturando l'immaginazione del pubblico che va al cinema. Armato di una potente sceneggiatura, incredibili interpretazioni del cast e una brillante colonna sonora del grande AR Rahman, Mehra infonde patriottismo e giovinezza per creare un'esperienza cinematografica avvincente.

13. Maqbool (2004)

Il Macbeth, come la maggior parte delle opere di Shakespeare, è un'opera letteraria intensamente complessa e per adattarla richiede una profonda comprensione dei suoi personaggi tragici e della loro moralità agitata. Ed è qui che Vishal Bhardwaj brilla con 'Maqbool', adattando con successo le sottigliezze del materiale di partenza, rendendolo tematicamente indiano. Descrivendo la relazione illecita tra la giovane amante di un potente malavita don e il suo fidato luogotenente, 'Maqbool' riesce a trascendere efficacemente la tragedia operistica di Macbeth nell'India contemporanea. Con una delle più belle esibizioni dell'opera del leggendario Pankaj Kapoor, 'Maqbool' si erge come un degno adattamento del capolavoro shakespeariano.

12. Dev D (2009)

Anurag Kashyap ottiene molto merito per molte cose, ma ciò per cui non ottiene abbastanza credito è il suo gusto unico ma squisito per la musica e il modo in cui usa le canzoni nei suoi film. E questo non potrebbe essere più evidente nel suo film più musicale fino ad oggi: 'Dev D'. Ciò che colpisce di più di 'Dev D' è la sensazione organica di ogni canzone del film. 'Dev D', secondo me, è il modello che ogni regista indiano dovrebbe utilizzare per realizzare un musical, soprattutto se è una storia d'amore. È una testimonianza del talento di Kashyap che per quanto geniale sia 'Dev D', non è di gran lunga il suo miglior film (continua a leggere per sapere cosa è allora).

11. Munnabhai MBBS (2003)

Nonostante abbia una sorprendente somiglianza con Patch Adams, resta il fatto che Munnabhai MBBS è uno dei film più unanimemente apprezzati ed enormemente amati di tutti i tempi nel cinema indiano. Concordo sul fatto che si tratta di prestazioni eccezionali di Boman Irani e Arshad Warsi, ma se c'è una performance singolare che rende il film quello che è oggi, è Munnabhai di Sanjay Dutt. In mancanza di una parola migliore, era 'pensato' per lui e solo per lui. Se c'è un film dopo 'Sholay', 'Andaz Apna Apna' che può rivendicare la creazione del maggior numero di personaggi memorabili, deve essere 'Munnabhai MBBS'.

10. Jab We Met (2007)

'Jab We Met' è senza dubbio uno dei migliori film scritti di questo secolo e ha la migliore interpretazione singola di qualsiasi attrice di Bollywood di questo secolo - per non togliere nulla alla performance di Kangana's Queen, che penso sia la seconda migliore. La maggior parte dei problemi che i film di Bollywood devono affrontare iniziano con la scrittura. E 'Jab We Met' è un chiaro esempio di quanto sia importante la sceneggiatura per un film. Imitiaz Ali, secondo me, è il miglior sceneggiatore (insieme ad Anurag Kashyap) che lavora oggi a Bolllywood. La sua presa sulle sfumature della vita quotidiana e sulle idiosincrasie dei suoi personaggi è sorprendentemente assicurata. Questa sua qualità è molto evidente nel modo in cui crea una pletora di personaggi memorabili - specialmente 'Geet' - in JWM che restano con te molto tempo dopo aver visto il film.

9. Khosla ka Ghosla (2006)

C'è un fatto assolutamente sconcertante associato a KKG: non ha visto la luce del giorno anche dopo due anni di completamento. Motivo: i distributori adoravano il film ma non erano troppo sicuri di sostenerlo. Fortunatamente, UTV ha acconsentito e siamo stati testimoni del genio satirico e stimolante di Dibakar Banerjee e Jaideep Sahni (storia, sceneggiatura, dialoghi). Insieme, hanno creato un film indimenticabile sulle prove e le tribolazioni di una famiglia della classe media il cui capo vuole costruire una casa per loro con i suoi sudati soldi. Ha messo in luce la roccaforte del nesso di proprietà corrotta e la sfacciata collusione delle organizzazioni governative per facilitare questo sfruttamento. I personaggi perfettamente incisi (Kamal Kishore e Balwant Khosla, Cherry, Khurana, Asif Iqbal, Bapu ecc.) E le loro conversazioni ne fanno il culto che è.

8. Dil Chahta Hai (2001)

Il film che ha ridefinito 'cool' per i millennial indiani, 'Dil Chahta Hai' è un traguardo cinematografico. Per una generazione di spettatori indiani che sono stati trattati con storie sull'eroismo della giovane classe operaia che combatte le ingiustizie dei ricchi e dei corrotti, 'Dil Chahta Hai' riflette un cambiamento tettonico nel panorama socio-culturale. La storia di tre giovani amici e del loro viaggio attraverso la vita mentre attraversano l'amore, il crepacuore e le relazioni, 'Dil Chahta Hai' rimane rivoluzionario nel modo in cui celebra le ricchezze, l'alta vita e il lusso in modo impenitente. Fresco, rilassato, moderno e senza giudizi, 'Dil Chahta Hai' segna una svolta fondamentale nella storia di Bollywood.

7. Taare Zameen Par (2007)

La bellezza di Taare Zameen Par sta nella sua semplicità. Al suo debutto come regista, l'acclamato attore Aamir Khan aveva una sceneggiatura quasi perfetta di Amol Gupte e ha dovuto resistere alla tentazione di esagerare. Ma non lo fa, mostrando un senso di calma e moderazione che è stato un marchio di fabbrica della sua carriera di attore. Il viaggio straziante di un ragazzino dislessico dalla confusione, l'umiliazione e la paura alla sua eventuale redenzione con l'aiuto di un insegnante comprensivo, 'Taare Zameen Par' è uno dei film più importanti mai realizzati a Bollywood e ti commuoverà fino alle lacrime. Affrontando la pressione che mettiamo sui nostri figli con il pretesto del successo e della prosperità e di come distrugge la loro infanzia, il film è immensamente riconoscibile e straziante. Scritto, diretto e interpretato in modo brillante, 'Taare Zameen Par' è un film per secoli e i suoi temi sono universalmente risonanti.

6. Black Friday (2007)

Questa non è la prima funzionalità di Kashyap in questo elenco e non sarà l'ultima: tale è il genio dell'uomo. E il Black Friday potrebbe essere solo il suo lavoro più onesto: ritrarre una delle ore più buie della recente storia indiana. Un ritratto brutalmente provocatorio e spesso spaventoso degli eventi che circondano gli esplosioni di Bombay del 1993 e le violente rivolte indù-musulmane che lo hanno preceduto, il 'Black Friday' è risoluto nella sua ricerca della giustizia, mentre introduce una parvenza di umanità in un circolo vizioso di violenza. Molto controverso, il film è diventato la prima uscita nelle sale di Kashyap (il suo vero debutto 'Paanch' è stato e rimane ancora vietato). Un film che fa più domande che risposte, il 'Black Friday' rimane un traguardo imponente nell'opera di Kashyap, e forse il suo film più umano fino ad oggi.

5. Impermeabile (2004)

Stranamente divertente e intimamente affettivo, 'Raincoat' è uno di quei rari film che indugia nella tua mente molto tempo dopo che i titoli di coda sono finiti e potrebbe persino ricomparire nella tua subcoscienza mesi o anni dopo. 'Raincoat' racconta di più sull'amore - e sulla natura umana in generale - rispetto alla maggior parte dei film romantici che potresti aver mai visto. Ci dice che rinunciare all'amore è difficile. Ma ciò che è ancora più difficile è affrontare il dolore che viene dopo. 'Raincoat' è semplicemente uno dei più grandi film romantici realizzati in India. Le storie d'amore originali non hanno una forma o una forma migliore di questa.

4. Chak From India (2007)

Tra tutti i generi in circolazione, i film sportivi sono probabilmente i più difficili da realizzare. Il motivo è abbastanza semplice in realtà. Siamo abituati a vedere lo sport sullo schermo nella vita reale. Quindi, quando guardiamo uno sport rappresentato in un film, ci spegniamo facilmente se la rappresentazione non è convincente o credibile. Con un po 'di montaggio clinico, una cinematografia intelligente e soprattutto una grande comprensione del gioco, sia dal punto di vista del pubblico che del giocatore, 'Chak de India' inchioda la rappresentazione dell'hockey in un modo che nessun film indiano è mai riuscito a fare con nessuno sport. Inoltre, è anche una grande storia di perdenti. In realtà, è composto non da una ma da due storie di perdenti. Un perdente sta combattendo per dimostrare agli altri (principalmente, la società che giudica) che sbagliano, mentre l'altro perdente sta combattendo per dimostrare di avere ragione. Alla fine vincono entrambi. Ma nel processo i maggiori vincitori siamo in realtà noi, gli spettatori.

3. Swades (2004)

Un viaggio emotivamente potente e responsabilizzante di un uomo che riscopre le sue radici, 'Swades' di Ashutosh Gowariker dipinge un ritratto complesso dell'India, per cui nonostante i suoi innumerevoli difetti e inadeguatezze, vale sempre la pena combattere. Shah Rukh Khan, in quella che è probabilmente la più bella performance della sua carriera, ritrae la vita di Mohan Bharghav, che vive una trasformazione emotiva dopo aver preso un congedo dal suo lavoro come scienziato della NASA e torna in India. Armato di una brillante sceneggiatura e di una colonna sonora esemplare dall'opera del grande A R Rahman, Gowariker concepisce un brillante e profondo pezzo di cinema. 'Swades' sta influenzando in modo sorprendente il pezzo di lavoro. Un film che ti accompagna per sempre.

2. Omkara (2006)

Adattare un'opera di Shakespeare in un film è di per sé un compito difficile. Cercare di dare allo spettacolo una prospettiva indiana diventa doppiamente impegnativo. Con 'Omkara', Bhardwaj è riuscito a conservare l'essenza di Otello, mentre ha dimenato spazio per quella che è una storia profondamente radicata nell'entroterra e nell'etica indiana. La maestria di Bhardwaj e la profondità di Shakespeare si uniscono per creare un'emozionante opera d'arte. Un'arte di cui sono sicuro che lo stesso Shakespeare sarebbe stato orgoglioso. Sia 'Omkara' che 'Lagaan' (di cui leggerete molto presto), rappresentano il cinema indiano nella sua forma più gloriosa e raffinata: sono raffigurazioni crude e oneste dell'India e allo stesso tempo sono queste epiche saghe musicali che gli indiani il cinema è sempre stato conosciuto.

1. Lagaan (2001)

Essere nominato per un Oscar nonostante il fatto che gli americani capiscano a malapena il cricket, la dice lunga su 'Lagaan' e sul suo legame con il pubblico. Ti dice che 'il trionfo dello spirito umano immortale su ogni probabilità e discriminazione' è un tema che è universalmente risonante. 'Lagaan', con la sua epica e grande scala e la sua brillantezza tecnica e musicale, rappresenta il cinema indiano nella sua forma più raffinata. Penso che il noto critico Roger Ebert abbia riassunto il meglio quando ha scritto questo su 'Lagaan': 'un'epica enormemente divertente, come niente che abbiamo mai visto prima, e tuttavia completamente familiare'. Vorremmo solo che l'India potesse produrre più di questi film così Bollywood eppure così universali.

Copyright © Tutti I Diritti Riservati | thetwilightmovie.com