21 migliori attrici asiatiche che lavorano oggi

Forse le prime cose che ci vengono in mente quando qualcuno dice 'asiatico' sono persone con un aspetto orientale, bassa statura paffuta, con un Pipa o uno Shamisen che suonano in sottofondo. In altre parole, spesso vergogniamo le persone nella nostra mente (anche se inconsapevolmente) mentre siamo selvaggiamente razzisti. Il punto che sto cercando di sottolineare è che essere asiatico non significa solo essere di origine cinese, giapponese o coreana, ma sono indiani, cingalesi, pakistani, tailandesi, indonesiani, arabo-asiatici, iraniani, giordani e altri. asiatici come potrebbero essere. O forse anche di più. Allo stesso modo, lo zenit e la fama raggiunti da molti attori e attrici asiatici meno conosciuti è paragonabile (o talvolta anche migliore) di quelli di attori di discendenza cinese o giapponese o coreana e sarebbe solo estremamente razzista associare o, meglio, limitare gli attori dell'intero continente asiatico a quelli di un pugno di nazioni. Forse è l'indiano che parla in me, ma i pregiudizi sono stati molto evidenti fino a quando non ti sei imbattuto in questa lista.

Abbiamo visto artisti del calibro di Priyanka Chopra , Aishwarya rai , Fan Bingbing, Maggie Q in molti film, ma potremmo non essere a conoscenza di nomi come Amrita Acharia, Beren Saat, Jacqueline Fernandez che girano costantemente la ruota e realizzano nuove pietre miliari senza essere così visibilmente evidenti o conosciuti in tutto il mondo. Questa lista ti porta le migliori attrici di origine asiatica, il cui talento e destrezza nei rispettivi generi hanno attraversato i sette mari e sono certamente diventate nomi familiari di cui tutti sono invidiati. Inoltre, l'elenco non può essere esaustivo in quanto vi è un numero infinito di attrici asiatiche e potenziali superstar che stanno lasciando il segno nel cinema mondiale e la lunga lista di questa compilation aveva più di 120 nomi in 25 paesi asiatici, su quale, ecco l'elenco delle migliori attrici asiatiche. Sono attraenti, ma hanno anche talento.



21. Priyanka Chopra (India)

La ragazza 'desi' come è conosciuta in India, Priyanka Chopra è arrivata alla ribalta dopo il suo progetto di debutto a Hollywood, 'Quantico', in cui la si poteva vedere interpretare il protagonista Alex Parrish. Oltre a vincere riconoscimenti a casa, dove le è stato anche conferito un National Film Award per il suo lavoro nel film di Bollywood 'Fashion (2008)', è anche recentemente protagonista di molti altri progetti di Hollywood come ' Baywatch (2017) 'ecc. L'attrice, filantropa, Ambasciatrice di buona volontà dell'UNICEF è anche una delle persone più influenti del Time nel mondo ed è apparsa nella lista delle donne più potenti di Forbes. Con il suo matrimonio con Nick Jonas nelle notizie al giorno d'oggi, la vincitrice di Miss World Pageant del 2000 è diventata una celebrità globale con le sue impronte in tutto il mondo. Personalmente, i suoi film di Bollywood 'Agneepath (2012)' e '7 Khoon Maaf (2011)' sono stati i miei preferiti. Anche se molti definirebbero il PC sopravvalutato, è ancora responsabile di portare il talento indiano su un palcoscenico globale, un'impresa che sembrava impossibile dopo il breve periodo di Aishwarya Rai a Hollywood.



20. Ahd Kamel (Arabia Saudita)

L'attrice di 'Wadjda (2012)', un film che è stato anche la prima candidatura dell'Arabia Saudita all'86 ° Academy Awards e ai BAFTA Awards del 2014, Ahd Kamel ha anche interpretato ruoli da protagonista in molti film degli Emirati e dell'Asia del Medio Oriente. Iniziando la sua carriera principalmente con cortometraggi che le hanno fatto guadagnare la fama tanto necessaria, Kamel è stata vista in ritardo nella serie drammatica di Netflix 'Collateral (2018)' in cui ha interpretato Fathima Asif, la sorella di un ragazzo che consegna la pizza che è stato ucciso a colpi di pistola. in un sobborgo di Londra. La serie di quattro episodi acclamata dalla critica è stata nelle notizie per un bel po '. Successivamente, Ahd Kamel sarà protagonista di un film di fantascienza horror intitolato 'Being (2018)' che è nelle sue fasi di post-produzione. Kamel è spesso considerata un faro di speranza nel suo paese e il più delle volte ha lasciato il segno a livello nazionale e internazionale.

19. Dian Sastro (Indonesia)

La sensazione intramontabile dell'arcipelago indonesiano, Dian Sastro ha iniziato la sua carriera di attrice nel cinema tradizionale all'età di 18 anni con 'Bintang Jatuh (2000)'. Il suo ruolo di Daya in 'Pasir Berbisik (2001)' ha fatto girare molte teste ed è diventata una star dall'oggi al domani, vincendo numerosi premi come 'Miglior attrice', in particolare al Deauville Asian Film Festival e al Singapore International Film Festival. Dopo i primi anni 2000, ha recitato in molti film indonesiani e malesi, oltre ad essere associata a tutti i tipi di sponsorizzazioni e diventare un nome familiare grazie alle sue apparizioni in video musicali e serie televisive. Ad oggi, la 36enne rimane una delle attrici del sud-est asiatico più ricercate e più pagate.



18. Liyana Jasmay (Malesia)

Forse il volto della Malesia, la cantante, produttrice e attrice è nota per i suoi molteplici ruoli in serie TV, miniserie, telemovie, film e singoli nell'arco di due decenni. Liyana Jasmay ha iniziato molto presto la sua carriera ed è diventata famosa con il suo lavoro in 'Castello (2006)' in cui ha interpretato il ruolo di una figlia tossicodipendente di Castello, un detenuto che sta cercando di sistemare le cose per la sua famiglia oppressa. La sua prossima grande occasione è arrivata con 'Kami (2008)', un dramma adolescenziale che le è valso anche il tag 'Miglior attrice'. Jasmay non ha mai guardato indietro dopo il film del 2009 'Papadom', un film che aveva vinto 5 premi (incluso quello per la migliore attrice) ed è stato nominato per altri 4 al Malaysian Film Festival. Se non nelle serie tv e nei telemovies, è ancora attiva nel cinema mainstream con due dei suoi progetti in post-produzione.

17. giugno Ji-hyun (Corea del Sud)

Conosciamo tutti la diffusione e la popolarità che Film coreani e le serie televisive hanno avuto sul mondo. E se hai guardato 'My Sassy Girl (2001)', sai di chi sto parlando. Jun non ha solo portato a un cambio di paradigma nella cultura cinematografica coreana, ma ha influenzato in molti modi il cinema coreano e asiatico dopo il suo immenso successo iniziato a metà degli anni '90. Attualmente una delle attrici asiatiche di maggior successo, Jun ha vinto più di 25 premi cinematografici asiatici, coreani e internazionali durante il suo periodo di, aspetta, 15 film e serie televisive, il che definisce la popolarità di cui ha vissuto. Sebbene Jun non sia apparsa nel cinema commerciale dopo la serie televisiva 'Legend of the Blue Sea (2016-17)', la star K-wave rimane una delle attrici coreane più importanti anche oggi.

16. Jaya Ahsan (Bangladesh)

Jaya Ahsan, una delle attrici bengalesi più famose che lavorano oggi, è apparsa in un numero uguale di film del Bangladesh e dell'India bengalese, sebbene la sua fama provenisse solo dal suo paese d'origine. Vincitore di innumerevoli premi tra serie TV, telefilm e film, sarebbe degno di nota il fatto che Ahsan abbia vinto tre Bangladeshi National Film Awards come migliore attrice. Jaya ha anche ricevuto i premi The Meril Prothom Alo, alias The Bangladeshi Oscar, per il suo ruolo nel film 'Purno Doirgho Prem Kahini (2013)', un dramma romantico all'inizio. Jaya Ahsan rimane ancora uno dei volti popolari del cinema bengalese e ha dimostrato i suoi numerosi talenti con la sua carriera grafica diffusa in quasi tutti i generi del cinema bengalese.



15. Davika Hoorne (Thailandia)

Con solo 20 film e serie televisive dispari nel suo gattino, Davika Hoorne è già diventata una stella del cinema thailandese. Fin dal suo debutto nelle serie televisive, 'Ngao Kammathep' e 'Dok Kaew', rispettivamente nel 2010 e nel 2011, si è guadagnata il titolo di 'Female Rising Star' in molti premi e festival cinematografici. La sua più grande svolta, tuttavia, è arrivata con 'Pee Mak (2013)' in cui ha interpretato un ruolo da protagonista al fianco di Mario Maurer, una commedia horror che all'inizio è diventata il film thailandese con il maggior incasso fino ad oggi, guadagnando più di 30 milioni di dollari in tutto il mondo. In precedenza, il titolo era detenuto da un altro film thailandese: 'Ong-Bak (2003)'. La sua esperienza in 'Pee Mak' è valsa a Davika il suo primo Suphannahong National Film Award come migliore attrice. Ha continuato a vincere il suo secondo National Film Award per il suo ruolo in 'Heart Attack (2015)'. La signora Hoorne ha anche la particolarità di essere stata candidata consecutivamente ai National Film Awards dal 2013, con due vittorie.

14. Cyrine Abdelnour (Libano)

La bellezza araba Cyrine è stata sotto i riflettori per più di un decennio. Anche se non è apparsa in molti film, la sua fama deriva dalle sue apparizioni in programmi televisivi e dai suoi video musicali e singoli. Ha iniziato il suo viaggio televisivo con 'Smaa Kchaa (1998)' ma è diventata una sensazione con il suo ruolo in 'Dareb Khwet (2003)' che le è valso il primo Murex d'Or della sua carriera. Dopo aver ricevuto quattro premi Murex d'Or come migliore attrice, Cyrine è apparsa anche in molte serie televisive egiziane e internazionali, in particolare nel film 'Al Mosafer (2009)', una narrazione avvincente degli eventi che portano alla modernità L'Egitto dagli occhi di un ottantenne. Fino a poco tempo, Cyrine è stata attiva con i suoi singoli pur rimanendo lontana dal cinema tradizionale degli ultimi anni.

13. Eugene Domingo (Filippine)

L'imponente gigante del cinema filippino, Eugene Domingo è apparso in oltre 110 film e serie televisive mainstream negli ultimi due decenni e mezzo, diventando così una delle attrici di maggior successo e versatili delle Filippine e influenzando la cultura artistica della nazione in modo importante. Ad oggi, ha vinto più di 25 premi diversi in diversi festival cinematografici nel subcontinente asiatico ed è stata nominata per più di 40 volte per le sue interpretazioni. Il più grande successo di Eugene, tuttavia, resta il lungometraggio indipendente 'Ang Babae Sa Septic Tank (2011)', una commedia drammatica che ruota attorno a tre registi e ai loro strani modi di fare film. Il film le è valso tre diversi premi e una nomination, e fino ad oggi è uno dei film di maggior incasso del cinema filippino.

12. Leila Hatami (Iran)

Leila Hatami è apparsa nel lungometraggio 'A Separation (2011)' che aveva vinto l'Academy Award per il miglior film in lingua straniera, diventando così il primo film iraniano a registrare una vittoria agli Oscar. 'A Separation' ha rotto molti soffitti di vetro nel corso della giornata, essendo un film iraniano con una protagonista femminile e ha anche ottenuto a Leila Hatami il suo meritato riconoscimento. Prima del film acclamato a livello internazionale, Hatami aveva lavorato in più di venti film iraniani piccoli e grandi, affermandosi così come attrice esperta e superstar regionale. Dopo 'A Separation', le sue apparizioni pionieristiche includono 'Felicity Land (2011)', 'The Last Step (2012)', 'Sealed Secret (2013)' per citarne alcuni. Complessivamente, i suoi film le hanno fatto vincere più di trenta nomination e vittorie, rendendola così una delle attrici iraniane più affermate fino ad oggi.

11. Beren Saat (Turchia)

Ora per una delle attrici turche più pagate, Beren Saat è stata sulla nuvola nove sin dalla sua serie televisiva di debutto 'Love in Exile (2006)' seguita dalla sua prima pietra miliare della carriera con la serie televisiva 'Remember Darling (2006-2008)' che le è valso anche il primo premio della sua carriera di attrice. Il viaggio di Beren Saat finora è stato mozzafiato, con i suoi film che hanno registrato consistenti vittorie di premi dal 2008 in poi, e spesso più di tre o quattro vittorie all'anno. Se c'è una definizione di successo che stai cercando, dai un'occhiata alla carriera di Beren Saat finora. I suoi lavori più completi, tuttavia, rimangono due serie televisive: 'Aşk-ı Memnu (2008-10) e' Fatmagül'ün Suçu Ne? (2010-12) 'che aveva vinto collettivamente più di 20 vittorie e nomination, forse un'impresa che non può essere interrotta prima.

10. Radhika Apte (India)

L'audace e il bello Radhika apte ha guadagnato un'immensa popolarità in un brevissimo lasso di tempo, grazie all'attento mix di cinema commerciale, film di arte contemporanea tra cui cortometraggi e indipendenti, e serie televisive in cui si è cimentata. Il suo viaggio a Bollywood è iniziato come un progetto da compagnia con 'Vaah! Life Ho Toh Aisi! (2005) 'a lato Shahid Kapoor e Amrita Rao. 'Antaheen' - il lungometraggio bengalese del 2009, vincitore del National Award, acclamato dalla critica, ha rivelato Apte al mondo come una stella nascente. Dopo una ripresa piuttosto sottile a Bollywood con RGV 's' Rakta Charitra (2010) ', Apte è diventato famoso con film come' Shor in the City (2011) ', film telugu' Legend (2014) ',' Badlapur (2015) ',' Manjhi - The Mountain Man ( 2015) 'e' Parched (2016) '- quest'ultimo l'ha affermata come attore caratterista e interprete pionieristico. I suoi periodi nelle serie di Netflix ' Giochi sacri (2018) 'e recentemente' Ghoul (2018) 'l'ha portata alla meritata fama e riconoscimento internazionale. Sebbene non ci siano molti premi nel suo gattino, il suo lavoro in otto lingue e in più di 50 film, cortometraggi, opere teatrali e serie televisive parla da sé - un percorso meno battuto al giorno d'oggi.

9. Tang Wei (Cina)

La 38enne Tang Wei ha dato il via alla sua carriera cinematografica nel 2004 con una piccola serie televisiva, ma è venuta alla ribalta con il suo ruolo da protagonista in Ang Lee 'Lust, Caution (2007)' classico senza tempo, che le è valso il primo Golden Horse Award della sua carriera. Citando le sue scene audaci e la sua nudità, il governo cinese ha imposto un divieto ai suoi film che è durato per un paio d'anni. Dopo aver riavviato la sua carriera nel 2010, le sue successive grandi scoperte sono state 'Late Autumn (2010) - un dramma romantico e' Dragon (2011) '- il neo-nero arti marziali film d'azione che è stato accettato in tutto il mondo a braccia aperte. Tang Wei ha ricevuto diverse nomination e vittorie per il suo ruolo in entrambi questi film. Parlando dei suoi altri progetti a Hollywood, è stata vista in 'Blackhat (2015)' accanto Chris Hemsworth , che sebbene fallito al botteghino, ha segnato il suo rientro a Hollywood ancora una volta.

8. Saba Qamar (Pakistan)

Quando 'Hindi Medium (2017)' stava facendo notizia in tutto il mondo ed è diventato uno dei film di Bollywood con il maggior incasso di tutti i tempi, Saba Qamar, che ha segnato il suo debutto a Bollywood con il film girato fino alla celebrità dall'oggi al domani. Iniziando la sua carriera in modo piuttosto umile con le soap opera quotidiane su PTV, la sua prima apparizione in un film degno di nota è stata 'Manto (2015)', un film basato sullo scrittore di fuoco Saadat Hasan Manto durante i giorni della divisione. Essendo apparsi in più di 30 serie televisive e 7 film tradizionali fino ad oggi, i film di Saba Qamar hanno registrato più di 40 vittorie di premi nel cinema pakistano e indiano. Con una popolarità vertiginosa e un sacco di suoi film in post-produzione, Saba Qamar è qui per restare e uccidere.

7. Sylvia Chang (Taiwan)

Una persona che indossa molti cappelli, Sylvia Chang è anche produttrice, scrittrice, cantante e regista oltre ad essere un'attrice acclamata. Forse la più affermata nel suo campo per quanto riguarda il cinema taiwanese, Chang è apparsa in quasi 100 film in una carriera che dura da cinque decenni, oltre a scrivere / dirigere / produrre più di 20 lungometraggi. Ad oggi, ha vinto 2 Golden Horse Awards ed è stata nominata 9 volte - un record a sé stante. I suoi lavori più acclamati, tuttavia, sono film come 'Aces Go Places (1982)', 'Rice Rhapsody (2004)', 'Love Education (2017)' per i quali ha ricevuto la sua giusta quota di premi e nomination. Sarebbe degno di nota menzionare qui che 'Love Education' è stato anche co-scritto e diretto da Sylvia Chang.

6. Rie Miyazawa (Giappone)

Tre volte vincitore del Japan Academy Prize, Rie Miyazawa non ha bisogno di presentazioni. Iniziando la sua carriera come attrice e cantante bambina, la sua prima avventura è stata 'Seven Days' War (1988) 'seguita da' Who Do I Choose? (1989) '- per quest'ultimo, ha ricevuto il suo primo Nikkan Sports Film Award per il miglior talento emergente all'età di 16 anni. Il suo primo successo tangibile, tuttavia, è arrivato dopo un altro decennio con gli enormi guadagni di 'The Twilight Samurai (2002)' e 'The Face of Jizo (2004)' e per il primo, ha ricevuto il suo primo Japan Academy Prize come migliore attrice. , insieme a numerosi altri premi in molti festival cinematografici. Miyazawa ha vinto altri due Japan Academy Awards per i suoi film 'Pale Moon (2015)' e il film dell'anno precedente 'Her Love Boils Bathwater (2017)' per una performance eccezionale di un'attrice in un ruolo da protagonista. Inoltre, i suoi momenti di definizione della carriera sono in abbondanza, così come il suo seguito di fan.

5. Son Ye-jin (Corea del Sud)

Spesso chiamato affettuosamente 'il primo amore della Corea', Son Ye-jin deve essere l'attrice coreana più importante e affermata che lavora oggi. Elencare i suoi premi e il riconoscimento che ha ricevuto finora è un compito arduo e non ho nemmeno intenzione di provarci. Per riassumere, in 20 film dispari e 10 serie televisive al suo attivo, è stata insignita del titolo di migliore attrice in più di 40 occasioni e ha ricevuto più di 12 nomination per il suo ruolo - un record apparentemente poco plausibile da battere. Quasi tutti i film in cui ha recitato sono diventati i più grandi successi nella storia del cinema coreano e hanno ottenuto recensioni entusiastiche da parte della critica e elogi da parte dei fan. Personalmente, penso che due dei suoi migliori lavori che ci ricordano l'attrice torreggiante che è sono - 'The Truth Beneath (2016) - un thriller psicologico e' The Last Princess (2016) '- un dramma storico in cui è stata vista interpretare il ruolo titolare.

4. Fan Bingbing (Cina)

L'epitome della bellezza, Fan Bingbing è stata nelle notizie per un po 'come l'attrice celebrità più pagata, dove ha mantenuto la posizione più alta negli ultimi anni. L'attrice di 'My Fair Princess (1998-99)', che è salita alla ribalta con il dramma in costume acclamato dalla critica, è arrivata alla ribalta con il suo film del 2003 'Cell Phone' - un film che esplora i problemi dopo il matrimonio in un divertente ma modo semplice. Il film ha avuto un enorme successo, ottenendo due nomination ai premi e una vittoria per il premio come migliore attrice per Fan Bingbing. Da allora non è più tornata indietro con superhit di successo come 'The Matrimony (2007)', 'Buddha Mountain (2010)', 'Double Xposure (2012)', 'The Empress of China (2014)' - a serie televisiva basata sull'imperatrice Wu Zetian della vita reale in cui Fan Bingbing ha sfoggiato il personaggio titolare ed è diventata una delle serie televisive cinesi più costose fino ad oggi, 'X-Men: Days of Future Past (2014)' - ha interpretato il supereroe mutante Blink e 'I Am Not Madame Bovary (20116)' - uno dei suoi film di maggior successo fino ad oggi. Fan Bingbing è pronta per interpretare il suo personaggio Blink ancora per un po '' X-Men 'Film in franchising che stavamo aspettando con impazienza.

4. Kangana Ranaut (India)

Chiamami di parte o chiamami fan, ma non si può negare il fatto che cosa Kangana ha realizzato in un lasso di tempo molto breve (meno di 10 anni, se vuoi) potrebbe aver impiegato decenni prima che altri lo realizzassero, se non per la sua dedizione e le sue capacità di recitazione esemplari. Dopo aver dato il via alla sua carriera con 'Gangster (2006)', un dramma romantico che è diventato un successo dormiente con canzoni orecchiabili e performance superbe, ha avuto la sua prossima svolta con 'Fashion (2008)' dove ha interpretato un ruolo negativo per ricevere il plauso della critica . È diventata ancora più popolare e le sue capacità di recitazione sono diventate note al mondo con 'Tanu Weds Manu (2011)' seguito da 'Queen (2014)' - che ha realizzato esclusivamente in un ruolo da protagonista, vincendo anche un National Film Award per Miglior attrice nello stesso anno. Dopo 'Queen', Ranaut ha dato molte performance intense e orientate al personaggio come nel sequel di 'Tanu Weds Manu' che le ha portato un altro National Film Award, 'Rangoon (2017)', 'Simran (2017)' ecc. alcune. Al giorno d'oggi, è stata nelle notizie per la sua interpretazione di Rani Lakshmi Bai in un dramma d'epoca e semplicemente non possiamo aspettare abbastanza a lungo per assistervi.

2. Zhang Ziyi (Cina)

Indubbiamente l'attrice cinese più popolare nel mondo, Zhang Ziyi è apparsa in molti progetti di Hollywood oltre ai suoi film di produzione domestica, risultando così la sua enorme popolarità e riconoscimento. Ziyi ha iniziato la sua carriera cinematografica mainstream con 'The Road Home (1999)' all'età di 21 anni per cui è stata anche premiata al BIFF (Festival Internazionale del Cinema di Berlino). I suoi riconoscimenti al debutto si sono riversati anche in molte offerte, in particolare ' Tigre chinata Dragone nascosto (2000) 'che è spesso considerato il capolavoro di Ang Lee che ha vinto quattro Academy Awards e sei nomination. Zhang Ziyi ha vinto un BAFTA e una nomination all'Hong Kong Film Award ciascuno per la migliore attrice non protagonista, insieme a tre vittorie per il suo ruolo nel film. Dopo la sua avventura di successo a Hollywood, è apparsa in 'Rush Hour 2 (2001)' in un ruolo negativo opposto Jackie Chan e Chris Tucker , che, nonostante un'apertura debole, ha rafforzato e promosso le sue attività internazionali. Ziyi è apparsa in più di 30 progetti nazionali e internazionali in seguito e TIME Magazine l'ha chiamata affettuosamente 'Il dono della Cina a Hollywood'. Inutile dire che l'elenco dei suoi premi, riconoscimenti e risultati è infinito. La vedremo la prossima volta in 'Godzilla: King of the Monsters (2019)' che sicuramente sarà accattivante come i suoi predecessori.

1. Sayuri Yoshinaga (Giappone)

Potrei aver sentito alcuni colpi, e sono d'accordo che potrebbero esserci molti altri contendenti per la posizione numero uno, Sayuri Yoshinaga non merita di meno. L'attrice di 73 anni ha lavorato nel campo delle arti dello spettacolo negli ultimi sei decenni e continua ad andare forte. Yoshinaga ha iniziato la sua carriera cinematografica con 'Foundry Town (1962)' in un ruolo da protagonista, ma il punto di svolta della sua carriera è stato il film del 1983 'The Makioka Sisters', la storia di quattro sorelle alle prese con crisi come matrimonio ritardato, western imposizioni, distacchi emotivi ecc. Il suo film del 1984 'Station to Heaven' le è valso il primo dei quattro Japan Academy Prize della sua carriera. Ha anche vinto altri tre premi cinematografici indipendenti per il suo ruolo nel film. Le sue prossime vittorie del Japan Academy Prize sono arrivate rispettivamente nel 1989, 2001 e 2006, rendendola così l'unica attrice ad aver registrato quattro vittorie - un record imbattuto fino ad oggi. Recentemente era apparsa in 'Sakura Guardian in the North (2018)' in cui interpreta una madre separata con disturbo da stress post-traumatico nel Giappone del dopoguerra. E la leggenda continua.

Copyright © Tutti I Diritti Riservati | thetwilightmovie.com